Redazione

L’Associazione Iniziativa Donna, durante il mese di novembre, in concomitanza con la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, programma una rassegna su varie tematiche che possono far riflettere su quanto sta accadendo nelle relazioni della sfera interpersonale e della società.

Quest’anno abbiamo pensato ad un programma a tutto tondo: vari spunti, varie tematiche che attengono all'ambito della sessualità facendo tesoro delle tante vicende drammatiche che hanno inondato la cronaca quotidiana.

LA SESSUALITA’ “Solo una mente educata può capire un pensiero diverso dal suo senza aver bisogno di accettarlo “ Aristotele

 

L’Associazione Iniziativa Donna, durante il mese di novembre, in concomitanza con la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, programma una rassegna su varie tematiche che possono far riflettere su quanto sta accadendo nelle relazioni della sfera interpersonale e della società.

Quest’anno abbiamo pensato ad un programma a tutto tondo: vari spunti, varie tematiche che attengono all'ambito della sessualità facendo tesoro delle tante vicende drammatiche che hanno inondato la cronaca quotidiana.

LA SESSUALITA’ “Solo una mente educata può capire un pensiero diverso dal suo senza aver bisogno di accettarlo “ Aristotele

 

Domenica 22 ottobre si terrà la XVI edizione della Maratona dei narratori di Abbiategrasso

Castello Visconteo - Sala Consiliare

 

 

Castello V

 

 
 
 
COMUNICATO

L’Associazione Iniziativa Donna è a fianco e sostiene le popolazioni dell’Emilia-Romagna colpite dalle recenti drammatiche alluvioni che hanno messo in ginocchio intere comunità e territori.

Abbiamo lanciato una sottoscrizione a premi che in pochi giorni ha dato i suoi frutti grazie alla generosità della nostra comunità e alle donazioni di alcuni commercianti (che ringraziamo) che ci hanno permesso di avere dei ricchi premi e garantire il successo dell’iniziativa.

Abbiamo versato, come indicato nei precedenti comunicati, tramite bonifico euro 2.000,00 all’Agenzia regionale per la sicurezza Territoriale e la Protezione civile dell’Emilia-Romagna che, di fronte alle calamità e alla gestione degli interventi garantisce trasparenza, tenacia e volontà di esserci nelle situazioni di emergenza e di solidarietà.

A nome dell’Associazione Iniziativa Donna e mio personale, ringraziamo tutte e tutti che hanno partecipato perché se una comunità è unita possiamo anche dividere e condividere il dolore, ma anche la rinascita.

Da cuore a cuore

Associazione Iniziativa Donna 
Nunzia Fontana
la presidente

Fino all’ultimo abbiamo sperato che Giulia Tramontano sarebbe tornata a casa, anche se c’erano le premesse che non sarebbe andata così. Alla fine la terribile notizia. Ancora una donna è stata uccisa. Portava con sé una creatura che per legge non è bambino/a fino alla sua nascita: una creatura con tutto il diritto di vivere, con tutto il diritto di essere accolto così come la sua mamma.

La solidarietà fra donne (Giulia e l’amante dell’assassino) ha scatenato in lui a non avere più il controllo portandolo a sopprimere fisicamente la donna e in questo caso anche il bambino: l’ostacolo alla propria vita.

Quanti uomini in questi ultimi tempi hanno adottato l’eliminazione fisica della moglie, della compagna, dell’amante, ultimo fra tutti anche l’uccisione di Pierpaola Romano che voleva troncare la relazione con un suo collega d’armi.

Oltre all’emergenza dei femminicidi, l’emergenza in primis è l’emergenza culturale che è trasversale ed endemica: uomini che odiano le donne… e purtroppo la legislazione non aiuta. Ora, anche se ci sono tutti gli elementi per affermare che c’è violenza, accanimento e così via se non c’è denuncia il maschio può continuare ad agire nel modo più tossico possibile anche psicologicamente.

47 il numero delle donne uccise dall'inizio dell'anno: di queste, 39 sono vittime di femminicidi, quasi otto al mese. Vogliamo ricordarle…

Giulia Tramontano - Pierpaola Romano - Yirelis Peña Santana - Anica Panfile - Jessica Malaj - Danjela Neza - Rosanna Trento - Antonella Lopardo - Wilma Vezzaro Barbara Capovani - Stefania Rota - Anila Ruci - Rosa Gigante - Sara Ruschi - Brunetta Ridolfi - Carla Pasqua - Alessandra Vicentini - Zenepe Uruci - Agnese Oliva  Francesca Giornelli - Pinuccia Contin - Maria Febronia Buttò -Rubina Kousar - Petronilla De Santis - Rossella Maggi - Iulia Astafieya - Iolanda Pierazzo - Rosalba Dell'Albani - Caterina Martucci - Giuseppina Traini - Maria Luisa Sassoli - Sigrid Gröber Chiara Carta - Rosina Rossi - Cesina Bambina Damiani - Melina Marino - Santa Castorina - Antonia Vacchelli - Margherita Margani - Yana Malayko - Giuseppina Faiella - Teresa Di Tondo -Oriana Brunelli - Martina Scialdone - Giulia Donato - Teresa Spanò

Ci vediamo lì.

Iniziativa Donna e L'Altra Libreria presentano
 
Misconosciute Poker di Donne con la scrittrice Marina Marazza, autrice che da sempre si occupa di riportare alla luce donne che hanno fatto la storia.
 
Sai che il 22 maggio è il 150cenario della morte di Alessandro Manzoni e che lui si sposò due volte con due donne diversissime l'una dall'altra?
Conosci il nome della madre di Leonardo da Vinci?
Sai le vicende che riguardano la moglie di Dante e quanto abbia influenzato il marito?
 
Ci vediamo lì con queste curiosità da soddisfare.
 
 
 
 

Invecchiamento e alimentazione: quanto sia importante conoscere alcuni elementi per affrontare e scegliere in un modo sano ed equilibrato il cibo. Tutto ciò riveste una fondamentale importanza per stare meglio, in salute, durante tutte le fasi della nostra vita. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nutrizione adeguata e salute sono da considerarsi diritti umani fondamentali, strettamente correlati l’uno all’altro.

 

Incontro con il prof. Silvio Garattini, scienziato e farmacologo italiano, fondatore presidente dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri IRCCS", che nel suo ultimo volume dal titolo "Una medicina che penalizza le donne", scritto con la dott.ssa Rita Banzi, ha messo in luce come la nostra sia una medicina che discrimina l’universo femminile, con conseguenze anche gravi sulla protezione del benessere e della salute delle donne, spiegando quali sono i pericolosi limiti di una “medicina al maschile” e offrendo piste di soluzione per un’ingiustizia che è ormai diventata una sfida, scientifica, culturale e politica.

 

 

 

Il nostro fattivo contributo alla Turchia e alla Siria colpite dal devastante terremoto.
Siamo orgogliose di aver promosso la raccolta fondi e molto felici della generosità della nostra comunità.
Grazie, di cuore!