Amalia-Petronilla: cultura del cibo e voglia di indipendenza
Scritto da Redazione   

13 febbraio 2011

Roberta Schira ha appassionato con il racconto di una donna-apripista di tanti campi, all'inizio del secolo scorso, terza donna medico in Italia e rubrichista molto letta della Domenica del Corriere, su cui scriveva di cucina, salute e sentimenti. Dopo oltre 60 anni dalla morte, il cuore di Petronilla, pseudonimo di Amalia Moretti Foggia, torna a battere grazie alle pagine a lei dedicate nel volume Le voci di Petronilla, un'autobiobrafia romanzata scritta da Roberta Schira in collaborazione con Alessandra De Vizzi.

"Ci siamo documentate moltissimo, sempre in viaggio tra Mantova e Milano, tra biblioteche e archivi in cui ritrovare una parte della vita di una femminista ante litteram che deve essere però ricordata soprattutto per la sua voglia di proclamare l'indipendenza delle donne nelle loro scelte di vita". Perchè finalmente ciascuna fosse padrona della propria esistenza.